Progetti

   

Sponsor

   

Servizi

   
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: alimentatore a tensione variabile

alimentatore a tensione variabile 4 Anni 9 Mesi fa #41

  • toni
  • Avatar di toni
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 1
Ciao Paolo
OK per quanto riguarda il GND ora ho capito, grazie
Perchè ti rifiuti di misurare il piedino 8 dell' operazionale ?
no no io non mi rifiuto, figuriamoci, non lo cosideravo per il semplice fatto che fin tanto che avevo quei spike in uscita,
cominque fin dora le misure le avevo fatte con la sonda 1x ora 10x e sul pin 8 e questo
flic.kr/p/CEnqH3
e visto che c'ero ho fatto delle misure in entrata e uscita del ponte ed altre, ma questi spike si trovano un pò dapertutto,
in entrato sul ponte 20V
flic.kr/p/DtBD54
in uscita dal ponte 1V
flic.kr/p/D4orSc
in entrato sul 2576 1V
flic.kr/p/CEnsJN
in uscita dall'alimentatore 100mV
flic.kr/p/DaLmbU
sul pin 7 100mV
flic.kr/p/CEuf2P
tutte misure con sonda 10x,
comunque io avevo scelto queto circuito per il semplice fatto che ho in casa un trasformatore 220/30V 120VA,
e non volovo acquistarne un altro,
e con queta tensione sul secondario non so proprio come fare un alimentatore lineare,
che partisse da 1,5V
ma se tu ai un idea come fare a me va benissimo cambiare tutto, ed eliminare il problema degli spike,
anzi viste tutte queste difficoltà che comporta questo circuito "ed io non sono in grado di rissolvere"
sarei ben contento se tu mi indicassi uno schema diverso, o come fare,
Ciao
Toni
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

alimentatore a tensione variabile 4 Anni 9 Mesi fa #42

  • elpablito
  • Avatar di elpablito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 336
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 2
Ok al Toni
I 30V non sono un problema. Secondo me devi porti le seguenti domande?
Che alimentatore voglio ?
Che tensione massima?
Che corrente massima?
Mi serve un alimentatore da Laboratorio o no?
Quanto deve essere ingombrante?
Il mio punto di vista: tensioni oltre i 15 volt servono raramente con 2 o 3 Ampere ne hai di avanzo. Vuoi fare una cosa relativamente piccola senza romperti prendi il solito alimentatore da PC portatile, leggi la targa, quasi certamente è 18 V e
una sessantina di watt, attacca un po di carico e guarda l'uscita, se il ripple ti va bene, gli si aggiunge uno stadio di regolazione e di misura ed il gioco è fatto.
Altrimenti alimentatore tradizionale con il trafo che hai, ma parti dal concetto di fare il metalmeccanico perche i dissipatori si sprecheranno a parte lo scatolo.
Ciao
Paolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

alimentatore a tensione variabile 4 Anni 9 Mesi fa #43

  • toni
  • Avatar di toni
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 1
Ciao Paolo
allora cosa mi serve:
un alimentatore da laboratorio,
per l'ingombro non è un problema (ammeno che non diveti un armadio a 4 porte),
massima corrente 2,5A,
minima tensione 1,5V
la massima tensione, speravo di poter utilizzare il trafo che o in casa,
prendere un alimentatore da PC portatile, dovrei acquistarne uno, non so il costo, ma a questo punto con circa 20€ prendo un trafo da 120VA,
poi c'è sempre il piacere di autocostruitelo,
se ha qualche idea te ne sarei grato
Ciao
Toni
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

alimentatore a tensione variabile 4 Anni 8 Mesi fa #44

  • toni
  • Avatar di toni
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 278
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 1
Ciao ragazzi
con l'aiuto di un carissimo amico abbiamo quasi completato l'alimentatore da banco,
ma o un piccolo problema, e chiedo il vostro aiuto,
devo leggere la caduta di tensione su una resistensa di sensin, (mi serve per calcolare gli ampere)
essendo la caduta molto bassa (il massimo non puo superare i 5V) uso un LM358 come amplificatore differenziale,
ma questo non mi parte da 0, cioè senza carico mi segna in uscita 0,624V,
per cortesia c'è qualcuno che mi puo aiutare a rissolvere questo problema?
ovviamente va benissimo qualsiasi soluzzione,
allego lo shema
ciao
toni
Allegati:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

alimentatore a tensione variabile 4 Anni 8 Mesi fa #45

  • alfa75
  • Avatar di alfa75
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 527
  • Ringraziamenti ricevuti 86
  • Karma: 7
Ciao
molto probabilmete leggi quella tensione per causa del diodo D1 (infatti la caduta di tensione di un diodo standard è circa 0.7v)
io sposterei la resistenza di sensing più a valle proprio sull uscita

Ciao e buon lavoro :)
Andrea
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Moderatori: Mauro Laurenti, Matteo Garia, doc83
Powered by Forum Kunena
   
© LaurTec 2006-2015