Progetti

   

Tutorial

   

Servizi

   
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: Microchip acquisisce ATMEL

Microchip acquisisce ATMEL 3 Anni 11 Mesi fa #11

  • elpablito
  • Avatar di elpablito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 329
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 2
HI
Dissento ancora formalmente con Cosmics. Ha lei mai installato un aggeggio a nome Studio7 gentilmente fornito da Atmel, senza limitazioni, accompagnato da un secondo aggeggio a nome ATMELICE BASIC senza scatola a $20 con la scatola e cavi a 50 euri?
Li guardi in faccia poi scoprirà il perchè disento.
(Notare il lei formale. Finalmente ho fatto scoppiare un po' di guerra, altrimenti che gusto c'è) Poi ho un emissario segreto che si trasferisce negli USA il mese prossimo, vi lascio intuire dove, e poichè di professione fa nanoca...ate eps come dice lui invece di nanotecnologie,mi faro raccontare cosa si mormora nell'ambiente e sarà mia cura relazionarvi in proposito.
Quella del cinese è una grossa grana, ma di grosse o grossissime grane nè stanno veleggiando più di una di questi tempi, speriamo in bene.
Un grosso saluto a tutti
Paolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Microchip acquisisce ATMEL 3 Anni 11 Mesi fa #12

  • elpablito
  • Avatar di elpablito
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 329
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 2
Salve
Poichè lo reputo di nun qualche interesse vi passo il parere del mio guru circa la quatità di fusioni verificatesi negli ultimi tempi. Per meglio capirci, prendiamo ad esempio il telefonino che ogni paio di anni esce con un nuovo modello e con una tecnologia avanzata rispetto al precedente. Commercialmente parlando il prezzo del nuovo deve però essere confrontabile con il precedente per ovvi motivi, di conseguenza il costruttore di telefonini acquista dalla plastica ai semiconduttori ad un prezzo che gli permette di mantenere, da parte sua, la quotazione di mercato. Il nuovo telefonino ha però dei costi di sviluppo e di miniaturizzazione,in tutte le sue parti, costi che così diventano difficilmente recuperabili. Sugo del discorso: il mercato dei semiconduttori non è florido, Intel ha ufficialmente annunciato che non intende più proseguire nella miniaturizzazione al ritmo attuale, evidentemente per diluire nel tempo i costi di nuovi sviluppi. Si potrebbe così pensare che l'obsolescenza dell'elettronica nel prossimo futuro diventerà più lenta. Naturalmente questo spiega anche il perchè delle fusioni e/o acquisizioni.
Quanto detto non rappresenta certo una verità ma un semplice punto di vista, per altro interessante.
Salutoni
Paolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Microchip acquisisce ATMEL 3 Anni 11 Mesi fa #13

  • Danitor
  • Avatar di Danitor
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Vero
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Microchip acquisisce ATMEL 3 Anni 11 Mesi fa #14

  • Mauro Laurenti
  • Avatar di Mauro Laurenti
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 4543
  • Ringraziamenti ricevuti 530
  • Karma: 50
I margini e la competizione porta molte società a soffrire ma ci sono anche gli interessi di fronteggiare il mercato.
Nel caso specifico l'ATMEL sebbene non florida come in passato non stava poi tanto male.
La microchip ha interesse ad estendere la propria famiglia di MCU anche al core ARM ma non potendo iniziare da 0 ha pensato bene di prendere direttamente una fetta di mercato.

Alla fine tutti i grandi produttori di chip producono comunque dove il costo della manodopera è basso ma i costi sono comunque elevati...
Mantenere acceso il forno è piuttosto oneroso.
...io costo già tanto! :)

Saluti,

Mauro
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Moderatori: Mauro Laurenti, StefA
Powered by Forum Kunena
   
© LaurTec 2006-2015