Progetti

   

Tutorial

   

Servizi

   
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Rampa di tensione 0 - 5V in 30 secondi

Rampa di tensione 0 - 5V in 30 secondi 2 Mesi 2 Settimane fa #6

  • maddley83
  • Avatar di maddley83
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 25
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 2
Ciao,
30V in uscita o 30s di durata? dal tuo primo post mi sembra di aver letto 0-5V per 30s.
Comunque supponendo di avere un generatore di corrente ad impulsi, diciamo 50% duty cycle periodo 50us con valore max di 0.333uA, ad ogni impulso la tensione ai capi di un condensatore da 1uF sale di circa 16.65uV. Iterando questa operazione per un certo numero di impulsi puoi arrivare alla tensione richiesta cioè:
  • 5V/16,65uV = 300300 impulsi.
  • 300300 x 100us = 30s.

Arrivati alla fine di questo conteggio "spegni" gli impulsi e scarichi il condensatore.
Ovvio che 300300 impulsi sono tanti e ti conviene passare tutto sotto gestione di microcontrollori anche se rimane interessante implementare il sistema con una logica discreta.
Però puoi aumentare il valore di corrente (e.g.: con 0.333uA, a parità di capacità, avresti dei salti di 100uV e ti occorrono 50000 impulsi). Devi solo prestare attenzione al fatto che la rampa si presenta come una gradinata quindi più fitta è più appare continua.

L'immagine allegata ti può aiutare nel ragionamento: ho cercato di inserire i punti chiave.

Se posso consigliarti:
  • Come fondo scala usa una tensione più bassa (e.g.: 1V) della VCC.
  • Disaccoppia il condensatore con un buffer in modo che non vi siano percorsi di scarica.
  • Puoi regolare l'ampiezza del tuo "campione disaccoppiato" di rampa tramite un operazionale con guadagno regolabile.

Spero ti sia stato utile.
Allegati:
Per aspera ad astra.
Ultima modifica: 2 Mesi 2 Settimane fa da maddley83.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: martinochiro

Rampa di tensione 0 - 5V in 30 secondi 2 Mesi 2 Settimane fa #7

  • martinochiro
  • Avatar di martinochiro
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 14
  • Karma: 0
Maddley83 ti ringrazio,
suppongo che il generatore di corrente possa essere un BJT ma
come pilotarlo (uP) e come proghrammarlo sara' arduo. Un PIC
potrebbe avere tra le sue funzioni base un generatore del genere ?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Rampa di tensione 0 - 5V in 30 secondi 2 Mesi 1 Settimana fa #8

  • maddley83
  • Avatar di maddley83
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 25
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 2
Ciao martinochiro,
  1. come generatore di corrente va bene quanto da te postato. Aggiungerei un diodo prima del condensatore per limitarne la scarica. Nella figura pubblicata da me è presente uno schottky perché presenta una caduta più bassa rispetto ai diodi normali quindi, dovendo raggiungere 5V cioè la tensione di alimentazione, bisogna ridurre al massimo le cadute. Purtroppo i diodi schottky presentano anche una corrente di fuga elevata quindi sarebbe meglio un diodo a giunzione "classica". In questo caso ti consiglio di ritarare la rampa a meno di 5V per poi aggiustare l'ampiezza prima con un buffer di disaccoppiamento poi con un amplificatore di guadagno adeguato.
  2. per pilotare il "generatore", sempre riferendomi al tuo schema, è sufficiente sezionare la resistenza di tra base e 0V con un transistor controllato dal microcontrollore
  3. Va bene qualunque micro purché abbia un uscita timer/pwm ed un ingresso ADC. L'idea è generare i 30000 impulsi con il timer ed eventualmente (se proprio vuoi realizzare un controllo ad anello chiuso) monitorare l'uscita con il convertitore.

Saluti.
Davide.
Per aspera ad astra.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Moderatori: Mauro Laurenti, StefA, Matteo Garia
Powered by Forum Kunena
   
© LaurTec 2006-2022