Contatore elettrico e impianto fotovoltaico

  • fer_ver
  • Avatar di fer_ver
  • Offline
  • Premium Member
  • Premium Member
Di più
3 Mesi 1 Settimana fa #1 da fer_ver
Contatore elettrico e impianto fotovoltaico è stato creato da fer_ver
Buongiorno,
ho un quesito che vorrei condividere.
Nella sede della mia attività è istallato un impianto fotovoltaico trifase da 18KW ( 3 x 6KW, uno per fase) e considerato il continuo aumento del gas che utilizzo per il riscaldamento, ho pensato di utilizzare l'energia elettrica prodotta dai pannelli solari e venduta al gestore.
L'energia prodotta, viene in parte utilizzata, mentre quella in esubero viene ceduta al gestore ad un prezzo modico(incentivo a parte) di 4 centesimi al Kwh mentre in fase di acquisto il costo è di almeno 25/30 centesimi.
Ho quindi pensato di utilizzare , nel periodo invernale, l'energia in esubero attualmente venduta a basso costo, per alimentare un riscaldamento elettrico resistivo, penso mi costi sempre meno del gas.
Praticamente misuro la corrente in uscita/vendita e attivo proporzionalmente un carico resistivo in modo da utilizzare tutta la potenza prodotta.
Il mio quesito riguarda il modo in cui il contatore trifase misura la potenza ceduta/acquistata.
Ipotizziamo che si stia producendo su ogni fase 1 KWh e sulla fase "R" abbia un carico di 2KW e nulla su "S" e "T" ne deriva che sulla fase R sto acquistando 1KW mentre su "S" e "T" ne sto vendendo 2 in totale.
Domanda: sto acquistando un KW a 25/30 centesimi e vendendone 2 a 4 oppure il contatore fa la somma delle tre fasi e calcola che in totale sto vendendo un solo KW (-1 +1 +1)a 4 centesimi ?
Chiedo questo perchè nel primo caso mi converrebbe attivare 1KW su S" ed uno su "T" mentre nel secondo solo 1KW su " S" oppure su "T".
Penso che la lettura sia fatta con il primo metodo in quanto più conveniente al gestore ma al momento non ho trovato nessuna conferma.
Ho quindi pensato di proporvi il mio quesito.
Saluti e grazie
Renato

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Mesi 1 Settimana fa #2 da Mauro Laurenti
Risposta da Mauro Laurenti al topic Contatore elettrico e impianto fotovoltaico
Salve Renato,

presumo che il tuo contatore e inverter siano un sistema unico.
Se sono separati sei nel caso "sfortunato".

Se sono un sistema unico, l'ente di distribuzione ha tutte le informazioni per fare ogni conteggio.
Per cui diventa una questione di contratto sul come fare "somme" e sottrazioni".
Dovresti avere questa informazione nel contratto e comunque a vere il diritto di richiedere l'informazione.

Per quanto riguarda il carico resistivo, può essere una soluzione, ma le potenze in gioco sono notevoli.
I condizionatori a pompa di calore sono una soluzione più efficiente di un carico resistivo (per riscaldare).

Saluti,

Mauro

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • fer_ver
  • Avatar di fer_ver
  • Offline
  • Premium Member
  • Premium Member
Di più
3 Mesi 1 Settimana fa #3 da fer_ver
Risposta da fer_ver al topic Contatore elettrico e impianto fotovoltaico
Ciao Mauro,
grazie per la celere risposta.
Il sistema è unico e gestito dal GSE con il quale è praticamente impossibile avere contatti, hanno un link per esporre i problemi ma in pratica, non rispondono mai, nemmeno ai consulenti, è un bel muro di gomma che ci sbatti solo contro !
Comunque proseguo con il mio progetto, per ora mi sono "ingegnato" per capire come conoscere il senso della corrente misurata in AC. ... sto vendendo o acquistando energia? Al momento sto sperimentando a inviare i dati in wifi tramite ESP8266 NodeMCU (Il contatore è distante 15mt dalle resistenze e non voglio"tirare" fili)....in pratica "sto giocando" e chissà se finirò prima dell'inverno.
Utilizzerò una batteria "usata" di resistenze che mi ritrovo...mentre approfondirò il discorso sulle pompe di calore.
Grazie ancora
Renato

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Mesi 1 Settimana fa #4 da Mauro Laurenti
Risposta da Mauro Laurenti al topic Contatore elettrico e impianto fotovoltaico
Salve Renato,

per la misura della corrente puoi vedere questo tutorial che ho scritto qualche anno fa.

Misura della corrente elettrica - Tecnologie e Tecniche

www.laurtec.it/tutorial-54/elettronica-a...ecnologie-e-tecniche

In particolare facendo uso dei sensori magnetici hall, considerando che in base al verso della corrente, cambia il verso del campo magnetico, l'uscita del sensore hall è positiva o negativa a seconda del verso della corrente. Spesso, con alimentazione singola dei sensori, hai un voltage common mode in uscita di Vcc/2. Per cui se il verso della corrente è "positivo" la tensione in uscita è >Vcc/2, mentre se il verso della corrente è negativo, l'uscita è <Vcc/2.

...il muro di gomma va bene sono se si ha tempo da perdere.
Non escludo però che ci sia qualche direttiva (legge) che li vincoli ad un trattamento a favore dell'utente finale.
L'impianto non è loro (presumo).

Saluti,

Mauro

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • fer_ver
  • Avatar di fer_ver
  • Offline
  • Premium Member
  • Premium Member
Di più
3 Mesi 1 Settimana fa #5 da fer_ver
Risposta da fer_ver al topic Contatore elettrico e impianto fotovoltaico
Ciao,
ho utilizzato i sensori AC712 (5A)collegati ad un TA 50/5 poi leggo leggo la sinusoide creata e la confronto con quella della tensione prelevata dal trasformatore di alimentazione....se le sinusoidi sono in fase sto acquistando mentre se in controfase sto vendendo ( o viceversa a seconda di come giro il TA o collego i fili al 712). Per ora ho fatto delle prove "sperimentali" e per quello che devo fare mi sembra ok.
Grazie
Renato

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.